Storia e finalità

Chi siamo: un po’ di storia...

Nel giugno del 1992 un gruppo di diportisti nautici, per lo più Toscani, costituì a Firenze , il Circolo Vela Libera Talamone associazione sportiva senza fini di lucro, con base nautica a Talamone. Il primo presidente fu il socio Marco Papini.

L’Associazione affiliata U.I.S.P. ha avuto da subito il riconoscimento del CONI. I fini statutari dell’Associazione sono: promuovere lo sviluppo del diporto nautico su Talamone e Isole dell’Arcipelago Toscano e lo sviluppo della pratica nautica, educare al rispetto dell’ambiente ed alla cultura ecologica, organizzare crociere, regate, manifestazioni, convegni per mantenere ed elevare la tradizione marinara.

Dopo un primo periodo in cui le imbarcazioni sociali venivano ormeggiate alla scogliera della diga foranea, il Circolo ottenne, dall’Autorità Marittima, una concessione demaniale per la costituzione di un campo boe alle quali poter ormeggiare le imbarcazioni: per i Soci fu un grande avvenimento.

Nell’anno 1996, dopo un lungo e costante lavoro dei dirigenti dell’epoca, il Circolo Vela Libera, come altri Circoli ed Operatori privati, ottenne la concessione per installare pontili galleggianti a ridosso della diga foranea.

Il successivo anno 1997 gli stessi pontili furono dotati di acqua potabile e non, di energia elettrica e finalmente le imbarcazioni dei Soci poterono essere ospitate adeguatamente.

Nel frattempo le attività sportive, le iniziative finalizzate agli scopi sociali erano nate e crescevano in numero ed importanza: le regate “LA TALAMONESE” e “RANDA e FORCHETTA” divennero subito un appuntamento stagionale per l’intera zona. Questo anno 2011 si svolge la 14° edizione di entrambe.

Dopo alcuni anni il Presidente era cambiato nella persona del socio Giovanni Bianchi.

Nell’anno 1997 i soci Roger Citerneschi e Riccardo Pastacaldi, nel mese di ottobre partirono per le Antille con uno Sloop denominato MACRISA di circa 12 metri. Tornarono a giugno del 1998 sereni e tranquilli come se fossero tornati da un fine settimana al Giglio. Questo evento ha aggiunto fama e notorietà al Circolo.

Nel 2007 il presidente Bianchi, dopo dieci anni ininterrotti, decide di concedersi un po’ di riposo e si dimette dall’incarico. Al suo posto viene eletto il socio Ferdinando Berni.

L’attività sociale negli anni ha avuto un ulteriore sviluppo e, alle iniziative “marinare” si sono aggiunte inziative culturali con trasferimenti via “terra” dei Soci e non soci in varie località di Italia.

Nel frattempo le iniziative culturali, sociali e sportive si sono intensificate su Talamone. Il Circolo ha avuto un ruolo attivo per la formazione di un Consorzio denominato IL MOLO DI TALAMONE, che raccoglie all’unanimità tutti i Concessionari, gli operatori, i cantieri e commercianti di Talamone e Fonteblanda. Lo scopo del Consorzio è quello di migliorare l’offerta dei servizi da parte dei soci e di essere l’interlocutore unico, nei confronti delle Istituzioni, per eventuali cambiamenti e riqualificazioni del Porto e delle aree circostanti. L’attenzione principale è rivolta al mantenimento dell’enorme patrimonio naturale che questi luoghi vantano.

Le nostre “VELEGGIATE” sono aumentate in numero e partecipazione, oltre alle storiche “LA TALAMONESE” e “RANDA e FORCHETTA” si è aggiunta “IL GIGLIO PER DUE” giunta alla seconda edizione. Gli spazi a terra che vanno dal parcheggio del porto alla diga foranea sempre più spesso vedono montate le nostre coperture per incontri, cene, feste che concludono le nostre iniziative.

Il legame con Talamone negli anni è cresciuto ed il reciproco coinvolgimento è divenuto naturale: il nostro Circolo con altri Circoli nautici, con Operatori Privati e, soprattutto, con la Pro-Loco e AICS di Talamone. I nostri pontili, quando i Soci sono in crociera, rappresentano il sicuro ormeggio di barche in transito.

I nostri Soci oltre alla importante attività associativa partecipano e si distinguono anche in attività che si svolgono in altre parti di Italia e del Mondo, portando notorietà ed onore alla nostra Associazione: Daniele Berni ha partecipato con ottimo risultato alla prestigiosa “Carthago Dilecta est” del 2009 (poco meno di 1.000 miglia nautiche), Enzo Donadio ha vinto la Roma per Due dell’anno 2009, Renzo Tantin con Carlo Debedin ha partecipato alla BARCOLANA del 1997 e con Marco Papini a quella del 2007. Il nostro socio Luca Faravelli dopo essere cresciuto nel Circolo come socio Juniores , da anni partecipa con grande successo a regate di livello nazionale ed internazionale, i successi ottenuti, ogni anno, sono molteplici e troppo lungo sarebbe elencarli tutti, segnaliamo solo: 2010 Sardinia Cup, Porto Cervo, Campionato del Mondo a Squadre, B-Lin, Terzo Classificato; 2010 Mondiale Melges 32 San Francisco, B-Lin, Primo Classificato; 2010 Oracle Cup Miami, Mascalzone Latino RC44, Primo Classificato; 2011 Audi Melges 32 Series, Samba Pa Ti, Primo Classificato; 2011 Pasqua Vela, Lancelot, Primo Classificato.

Le Istituzioni, gli abitanti, i diportisti, i turisti di Talamone costantemente ci incitano a continuare nelle nostre iniziative per cui... la storia del Circolo Vela Libera Talamone sicuramente continuerà.